Professore Valerio Sansone Chirurgo Ortopedico

La Caviglia / Artrosi

Che cos’è l’ artrosi ?
L’ artrosi è data dalla progressiva degenerazione della cartilagine articolare che riveste la parte terminale della tibia e la superficie dell’astragalo. E’ grazie alla cartilagine che le parti ossee possono scivolare una sull’altra senza fare attrito e, quindi, senza usurarsi. Nelle prime fasi dell’ artrosi , lo strato di cartilagine perde la sua continuità o le sue caratteristiche fisiche (elasticità, lucentezza, regolarità). Negli stadi più avanzati, la cartilagine scompare in zone più o meno ampie e l’osso sottostante viene allo scoperto.  Senza la protezione della cartilagine, l’osso reagisce indurendosi e producendo delle escrescenze (osteofiti) che ne deformano il profilo. La membrana sinoviale diventa cronicamente infiammata e produce una maggiore quantità di liquido sinoviale che rigonfia la caviglia. La capsula articolare s’irrigidisce e limita i movimenti. L’ artrosi è una patologia dell’età avanzata, ma quella della caviglia è spesso la conseguenza di un trauma e può colpire anche soggetti relativamente giovani.
 

Quali sono le cause?
Le cause possono essere diverse, ma nella caviglia prevalgono i traumi gravi e le malattie reumatiche.
 

Quali sono i sintomi?
Il sintomo principale è il dolore. Nelle fase iniziali compare solo dopo un’attività fisica ma, in seguito, diventa sempre più frequente e limita notevolmente l’autonomia del paziente. Altri sintomi molto comuni sono il gonfiore e la rigidità dell’ articolazione . A volte sono presenti anche rumori di scatto o scricchiolii durante i movimenti.


Diagnosi
Dopo aver ascoltato la storia del vostro problema, l’ortopedico vi visiterà per valutare quali movimenti provocano dolore e la loro ampiezza. Vi prescriverà inoltre un esame radiografico per confermare la presenza dell’ artrosi e valutarne il grado. In caso di dubbio, la risonanza magnetica o la Tc saranno molto utili per completare la diagnosi.