Professore Valerio Sansone Chirurgo Ortopedico

La Caviglia

La caviglia è la zona di passaggio tra la gamba ed il piede. L’ articolazione della caviglia è la tibio-tarsica, vale a dire quella composta dalla parte finale di tibia e perone e dall’astragalo.  Il movimento principale è quello a cerniera e che consente di sollevare ed abbassare il piede (ad es. come quando si usa un pedale). Con l’aiuto dell’ articolazione vicina, cioè quella tra l’astragalo ed il calcagno (sotto-astragalica), sono possibili anche i movimenti di rotazione intorno all’asse del piede, detti anche di prono- supinazione .

Cartilagine
Come in tutte le grandi articolazioni, le estremità ossee sono ricoperte dalla cartilagine articolare che è un tessuto resistente, lucido e perfettamente levigato. Grazie ad esso le parti ossee possono scivolare una sull’altra senza fare attrito e, quindi, senza usurarsi. La cartilagine inoltre, funziona come un ammortizzatore che attenua le forze trasmesse alle ossa.

Legamenti
Nella caviglia c’è un complesso sistema di legamenti che collega le ossa tra loro e dà stabilità all’insieme. Allo stesso tempo però, sono garantiti ampi movimenti che consentono di camminare, correre, saltare.

Tendini
Simili ai legamenti, anche i tendini che circondano la caviglia sono numerosi. Essi connettono i muscoli alle ossa ed aiutano i legamenti a conferire stabilità al sistema.  Il tendine di Achille è il più grosso e robusto ed è situato nella parte posteriore della caviglia. Collega al calcagno i muscoli del polpaccio che, quando si contraggano, fanno abbassare il piede.
 

Problemi comuni sono i seguenti: