Professore Valerio Sansone Chirurgo Ortopedico

Il Piede / Alluce rigido

Che cos’è l’alluce rigido?
E’ un’ artrosi dell’ articolazione tra l’alluce e l’osso che ne è alla base (1° metatarsale). Come in tutte le articolazioni, le estremità delle ossa sono ricoperte dalla cartilagine articolare che consente alle ossa di scivolare fluidamente una sull’altra durante i movimenti. Se però le superfici articolari diventano irregolari, durante i movimenti si crea attrito e questo porta alla progressiva scomparsa della cartilagine. Nelle fasi finali, le due ossa entrano direttamente a contatto tra loro e si deformano con la comparsa di sporgenze (osteofiti). Nell’alluce rigido gli ostefiti si localizzano soprattutto sul dorso dell’alluce e provocano una netta riduzione dei movimenti del dito durante il cammino, oltre che attrito contro la scarpa.
 

Quali sono le cause?
Può essere la conseguenza di un trauma (una frattura o una distorsione ) che abbia provocato una lesione della cartilagine articolare , oppure una progressiva degenerazione di quest’ultima.  Cause predisponenti possono essere la conformazione del piede ed il modo di camminare che portano a ripartire in modo squilibrato le sollecitazioni che si generano durante il cammino.

 
Quali sono i sintomi?
Il principale è il dolore, specie mentre si cammina. Se poi cercate di muovere l’alluce con la mano, vi accorgerete che è meno mobile dell’altro e che, se provate a tirarlo verso di voi, fa male.
 

Diagnosi
In genere, è sufficiente esaminare il piede e testare i movimenti dell’alluce. La certezza però, la si ha solo esaminando le radiografie che permettono anche di stabilire quali sono il grado e l’ estensione dell’ artrosi