Professore Valerio Sansone Chirurgo Ortopedico

Il Piede / Alluce valgo

Che cos’è l’alluce valgo ?
E’ una deformità che porta l’alluce a deviare di lato, cioè verso le altre quattro dita. L’osso che è alla base dell’alluce (primo metatarsale) devia invece nella direzione opposta, cioè verso l’altro piede.  Così facendo, si crea una sporgenza che sfrega contro la scarpa e provoca inizialmente l’irritazione della cute e dei tessuti molli sottostanti. Con il passare del tempo però, anche l’osso è coinvolto da questo meccanismo e reagisce ingrossandosi ed accentuando la sporgenza. Questa deformità impedisce all’alluce di lavorare correttamente, provocando difficoltà e dolore nel camminare. Con il passare del tempo inizia anche un processo artrosico.

Inoltre, l’ulteriore angolazione porta l’alluce a contatto con il secondo dito, lo spinge di lato e lo obbliga a piegarsi. In questo modo, anche il secondo dito inizia ad avere problemi di attrito contro la scarpa.


Qual è la causa?
Spesso è una patologia ereditaria, dovuta alla conformazione del piede, specie in caso di piede piatto. Anche le scarpe a tacco alto e con punta stretta possono provocare la deformità. Questo, unitamente ad una certa lassità dei legamenti delle donne che, quindi, sono meno in grado di mantenere le ossa in posizione corretta, spiega perché l’alluce valgo è molto più frequente nel sesso femminile.


Quali sono i sintomi?
Il principale è il dolore sulla sporgenza interna e lungo tutto il bordo interno del piede. Le scarpe strette peggiorano la situazione. Più le deformità si accresce e maggiori sono il dolore e la difficoltà a camminare.
 

Diagnosi
Il vostro ortopedico vi chiederà se e quando avete male al piede e se questo si modifica in meglio o in peggio in base alle scarpe che utilizzate. Poi esaminerà il piede e valuterà la mobilità dell’alluce. Vi richiederà infine delle radiografie dei piedi sotto-carico in modo da misurare la reale angolazione dell’alluce, per poter stabilire il trattamento più idoneo.