Professore Valerio Sansone Chirurgo Ortopedico

Il Ginocchio / Lesioni meniscali

Che cos’è una lesione del menisco ?
I due menischi del ginocchio ( mediale e laterale ) sono fatti di una sostanza simile ad una gomma dura ( fibrocartilagine ) che funziona come un ammortizzatore. Hanno una forma a semiluna ed una sezione triangolare. Sono posti tutt’intorno alla superficie piatta della tibia ed, in questo modo, creano una concavità su cui si appoggia l’estremità del femore che, invece, è arrotondata. Quindi il peso del corpo che passa per l’ articolazione è distribuito in modo più uniforme ed il ginocchio è più stabile. Quando un menisco si rompe, un frammento si distacca parzialmente dal resto e può spostarsi all’interno dell’ articolazione . Questo crea irritazione, dolore, gonfiore ed, a volte, sensazione d’instabilità.


Quali sono le cause?
In genere sono la conseguenza di bruschi movimenti di rotazione del ginocchio come si verifica in molte attività sportive. Però, come tutti i tessuti del nostro corpo, anche il menisco s’indebolisce con il passare degli anni e nelle persone anziane può rompersi anche per movimenti banali della vita quotidiana come, ad esempio, il piegarsi sulle ginocchia.


Quali sono i sintomi?
I più comuni sono il dolore, in genere localizzato in corrispondenza della parte rotta, altre volte invece, diffuso un po’ a tutto il ginocchio, ed il gonfiore. Se il frammento libero resta intrappolato tra femore e tibia, provoca un blocco, fugace o persistente, del movimento. Il ginocchio, in questi casi, è leggermente flesso ed il paziente non riesce a raddrizzarlo.


Diagnosi
Il racconto di cosa è successo e poi la visita, quasi sempre permettono all’ortopedico di capire qual è il problema. In caso di dubbio, una Risonanza Magnetica consentirà di completare la diagnosi. In questi casi infatti, la normale radiografia non sarà d’aiuto perché farà vedere solo le parti ossee e non i menischi.