Professore Valerio Sansone Chirurgo Ortopedico

Il Ginocchio

Il ginocchio è formato da due ossa principali: il femore in alto e la tibia in basso. Il terzo componente è la rotula, un osso più piccolo situato nella parte anteriore del ginocchio e che scorre in un solco scavato nel femore.


I legamenti

Le parti ossee sono tenute insieme da 4 robusti legamenti. I 2 legamenti collaterali ( mediale e laterale )  situati alla periferia dell’ articolazione e che limitano i movimenti di lato. I 2 legamenti crociati (detti così perché, visti dal davanti formano una X), situati al centro del ginocchio e che si oppongono ai movimenti avanti-indietro.  Un danno a questi legamenti provoca una minore tenuta o instabilità del ginocchio.


La cartilagine

La cartilagine articolare  è il resistente tessuto lucido e perfettamente levigato che riveste le estremità delle ossa nelle articolazioni. E’ grazie ad essa che le parti ossee possono scivolare una sull’altra senza fare attrito e, quindi, senza usurarsi.
Tra il femore e la tibia sono presenti i due menischi ( mediale e laterale ). Hanno una forma a semiluna e sono composti da un tipo particolare di cartilagine, più elastica e deformabile che li rende adatti ad ammortizzare il peso del corpo, riducendo così quello che si trasmette dal femore alla tibia. Sono situati lungo il contorno della tibia e formano una specie di cavità che accoglie il femore ed aiuta a stabilizzare il ginocchio.


I tendini
Sono simili ai legamenti ma collegano i muscoli all’osso, mentre i legamenti connettono due ossa tra loro. Nel ginocchio, il tendine più grande è quello quadricipitale che collega il muscolo quadricipite, situato nella parte anteriore della coscia, alla rotula. Poi prosegue e, superata la rotula prende il nome di tendine rotuleo che s’inserisce sulla parte anteriore della tibia.
Nella parte posteriore della coscia passano i tendini dei muscoli che fanno piegare il ginocchio. Sulla parte esterna c’è il tendine del bicipite femorale che termina sulla testa del perone. Su quella interna i muscoli ed i tendini sono diversi, ma tutti s’inseriscono sulla parte mediale della tibia. Tre di essi (semitendinoso, gracile e sartorio) terminano con un tendine unico, detto “zampa d’oca”, originato dalla fusione dei tre. Questi tendini sono spesso utilizzati per ricostruire un legamento crociato rotto.


Capsula articolare

Il ginocchio è racchiuso da un involucro fibroso detto “capsula articolare”, rivestito all’interno dalla membrana sinoviale . Questa produce il liquido sinoviale che lubrifica l’ articolazione , nutre le cartilagini articolari ed attenua le forze che agiscono sul ginocchio.
 

Problemi comuni sono i seguenti: