Professore Valerio Sansone Chirurgo Ortopedico

Chirurgia Protesica / What's new

Protesi del ginocchio su misura

 

L'attività del Professor Sansone  si caratterizza per la scelta delle tecniche chirurgiche più all'avanguardia nel campo della chirurgia ortopedica. Questo allo scopo di fornire al paziente la protesi del ginocchio più adatta al suo caso ed impiantata nel modo migliore possibile. Ad esempio, egli è stato il primo chirurgo in Italia ad impiantare protesi del ginocchio utilizzando la tecnologia Signature.

Poiché ogni individuo è diverso dall'altro, anche la forma e le dimensioni del ginocchio variano da persona a persona.  La rivoluzionaria tecnologia Signature, consente di scegliere in anticipo la taglia più giusta per un certo paziente, a prescindere da età, sesso o razza e di impiantarla nel modo migliore.


Come funziona
Il sistema richiede una Risonanza Magnetica del ginocchio, eseguita secondo un preciso protocollo, 1 mese prima dell'operazione. Le immagini vengono poi analizzate da un sistema computerizzato che elabora una ricostruzione tridimensionale del ginocchio e suggerisce il progetto dell'operazione. Il chirurgo lo valuta e decide se approvarlo o modificarlo. Una volta scelto il progetto definitivo e utilizzando la ricostruzione tridimensionale, si costruiscono due maschere di resina (Fig. 1 e 2) perfettamente corrispondenti al ginocchio da operare. Al momento dell'intervento, il chirurgo, utilizzerà queste due guide di riferimento per sagomare l'osso nel modo più appropriato ad accogliere la protesi.

      

Fig. 1  Guida femorale                 Fig. 2  Guida tibiale       



Benefici per il paziente
Una delle complicanze più frequenti delle protesi articolari è l'eccessiva usura delle parti che le compongono. Questo, nella maggior parte dei casi, è dovuto ad un posizionamento non ottimale della protesi al momento dell'operazione, da cui deriva un funzionamento scorretto dell'impianto. In poco tempo, l'usura porta alla mobilizzazione o alla rottura della protesi ed alla conseguente necessità di un nuovo intervento chirurgico per sostituirla. Il sistema Signature, aiutando il chirurgo a posizionare la protesi nel modo migliore, consente di ridurre al minimo questo rischio.

Con la tecnica chirurgica tradizionale, il posizionamento della protesi è guidato da strumenti che  devono essere applicati all'interno dell'osso. Il sistema Signature richiede che le guide siano solo appoggiate sull'osso e non al suo interno. In questo modo la procedura diventa molto meno invasiva, con conseguenti minori perdite di sangue, minori rischi di embolia e riduzione del dolore post-operatorio. Tutto ciò, consente anche di ridurre il consumo di farmaci analgesici ed i tempi di ospedalizzazione e di recupero funzionale.
 

 

 

Categorie